Riflessioni sulla tecnologia nelle relazioni interpersonali

Pubblicato: 18 novembre 2010 da giovanimprenditori in Generale, Nuove tecnologie
Tag:, ,

Qualche mese fa ho casualmente ascoltato un programma radiofonico in cui
veniva raccontato come alcuni manager inglesi siano stati sottoposti ad
un esperimento particolare, i soggetti sono stati privati del cellulare
per alcuni giorni e vari esperti sono stati chiamati a verificare gli
effetti di questa “menomazione”.

Bene, i risultati sono stati al limite dell’incredibile: ricorrenti attacchi di panico, depressione, ansia.

La percezione della limitata capacità di relazione e l’impossibilità di
comunicare con il mondo circostante sono state le cause scatenenti di
questi disagi psicologici.
Ho riflettutto molto in relazione a questa notizia ed effettivamente a
pensarci bene il ruolo della tecnologia nelle relazioni interpersonali
di ognuno di noi oggi è fondamentale: cellulari, chat, social network
sono strumenti che quotidianamente utilizziamo per coltivare amicizie,
conquistare lo/la spasimante di turno, intrattenere rapporti lavorativi
ed in generale comunicare con il mondo esterno.
E’ innegabile dunque che la tecnologia di fatto faciliti le nostre
relazioni in termini quantitativi, ma ritengo personalmente che esponga
i componenti di questa società a numerosi episodi di “misunderstanding”,
doppi sensi, intrighi e gelosie, ne mini quindi l’aspetto strettamente
qualitativo.
Il nocciolo del problema risiede a mio parere nella persistente
centralità nell’esistenza delle persone del linguaggio verbale e non,
soprattutto per i popoli mediterranei, unito alla quasi illimitata
possibilità di accesso alle informazioni tipica di questo periodo storico.
Sarebbe interessante sbirciare le analisi in termini di marketing sul
processo di utilizzo dei servizi per i cellulari ad esempio: quando e
perchè si chiama una persona, le si manda un sms; sarebbe forse una cosa
un po’ tecnica, ma ci fornirebbe un sacco di carburante per alimentare
questa discussione.
Quello che è più interessante e immediato invece è rilevare come oggi le
occasioni per conoscere persone, scambiare idee, chiacchierare siano
innumerevoli; altrettanto evidente è, però, come i protagonisti di
queste attività siano sempre più privi di argomentazioni profonde, come
rimangano sempre in superficie e siano sempre più incapaci di
trasmettere le emozioni tipiche della nostra esistenza se non filtrate
della tecnologia. Viceversa è anche sempre più difficile per chi
“investiga”, per chi è seriamente interessato a capire in profondità le
ragioni di alcune scelte, carpire ciò che un individuo rappresenta come
essere umano, al di la delle attività più o meno pubbliche che
intraprende attraverso il pc o il cellulare.
La società moderna è riuscita nell’intento di trasformare il desiderio
in realtà, il tradimento col pensiero nell’effettiva possibilità di
vivere una storia intrigante ma poco appagante, l’essere nell’apparire
(al di la delle capacità economiche e delle differenze sociali).
La tecnologia subita tende a livellare oltre ogni più clamorosa
aspettativa, ecco perchè noi la affrontiamo a viso aperto, combattendo
la nostra battaglia per dare spessore alle nostre idee e provare a far
capire a tutti l’importanza del nostro lato fanciullesco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...